L'appartamento fa parte di un edificio di fine '800 e come tale ha una forma lievemente irregolare interrotta da muri portanti che ne caratterizzano il distributivo. La committenza aveva ristrutturato l'immobile molti anni prima ma, cresciuti i figli e cambiati i gusti, desiderava rinnovare e rivitalizzare gli ambienti domestici sfruttandone meglio gli spazi. Ha così deciso di procedere con un intervento prevalentemente conservativo che limitasse il più possibile le opere murarie e mantenesse l’impianto tipologico originario. Sono dunque stati utilizzati gli attacchi idraulici preesistenti di bagni e cucina, mantenuta quasi ovunque la vecchia pavimentazione, migliorati gli spazi dedicati alle camere da letto e al soggiorno, recuperate luci e arredi già presenti, a cui talvolta è stato restituito un nuovo aspetto grazie a lacche e parati, integrandoli a nuovi complementi.  


Prima dell'intervento


Dopo l'intervento


L'intervento 

Stato di fatto e progetto

Le modifiche murarie hanno riguardato esclusivamente l'ingresso e il setto divisorio tra cucina e pranzo. Il primo risultava molto buio e poco integrato al resto dell'abitazione: è stato così creato un passaggio che lo collega alla cucina a sua volta integrata al pranzo e ad un piccolo angolo lettura. Sono state eliminate molte porte che scandivano rigidamente il lungo corridoio e gli accessi a soggiorno e cucina; il cuore dell'abitazione è un ampio open space dove protagonista indiscussa è la luce esaltata dalla scelta di colori chiari e tenui negli arredi, nella carta da parati e nelle decorazioni delle pareti.Una moquette in lana rasata idrorepellente riveste la pavimentazione in gres porcellanato, il palchetto in doussiè è stato portato al naturale.  La stanza matrimoniale ha preso il posto di quella dei bambini e vi si accede da un piccolo corridoio-spogliatoio e angolo studio, realizzato fasciando l'armadio con pannelli in mdf che simulano un vero e proprio setto divisorio. Il mobile giallo banana è stato rivestito con la stessa carta da parati della parete di fondo della camera per dare un senso di continuità agli ambienti. Le stanze dei ragazzi sono state personalizzate con tessuti e colori: velluti rasati rivestono i letti-divani e si abbinano a copriletti  a misura e cuscini colorati. Gli arredi del soggiorno sono stati orientati in modo diverso in modo da poterne cogliere meglio forme e proporzioni. Il colore grigio-blu del divano è stato valorizzato dalla carta optical e dai cuscini crema e giallo oro. I bagni sono stati rinnovati posando lastre in cherlite dello spessore di 3 millimetri senza rimuovere la pavimentazione esistente, sostituendo i sanitari e riducendo al minimo i rivestimenti. 


Materiali e prodotti

Luci: Artemide, Fontana Arte, Flos, Oluce, Wever & Ducrè, Otylight, Venini, Cotè Table, Ikea, Muji
Arredi su misura: Biesse Falegnameria di Simone Barcellona
Arredi: Cassina, B&B Maxalto, KartellDe Padova, Tisettanta, Ideal Form Team, Friz Hansen, Ikea
Cucina:  Arrex
Materiali: Sicis, Lea ceramiche
Sanitari e rubinetterie: Artceram, Axa, TDA, Treemme, Ardeco
Carte da parati:  Designer Guild, Cole & Son
Moquette: Supertouft
Tessuti: DedarDesigner Guild, C & C, Mastro Raphael, Kiffer by Rubelli, forniti e confezionati da Madamadoré Torino.


Vorresti ristrutturare o arredare un'abitazione?